L'energia più vicina a te
Whatsapp Cava Energia 320 016 9808    800 779 590

Il futuro dell’energia è digitale.

Come cambia il settore dell’energia
Hai mai pensato all’evoluzione che si è avuta nel corso degli anni nell’approvvigionamento delle utenze domestiche di gas e luce?
E ti sei mai chiesto come questo progresso abbia potuto rimanere al passo coi tempi?
Ti basterà pensare ad una tipica bolletta negli anni ottanta\novanta e comprenderai due concetti importantissimi:
la comunicazione è divenuta immediata e il mercato è diventato sempre più libero.

Dalla lettura al telefono, dal monopolio alla libertà di scelta
Il percorso che in poco più di un ventennio ha gettato le fondamenta per il futuro dell’energia elettrica e del gas, ti ha visto passare da utente passivo a fattore attivo sulla gestione dei tuoi consumi e sulla possibilità di poter decidere a quale gestore affidarti.

Difatti la comunicazione dei dati è passata da una presenza fisica che era incaricata di raccoglierli per trasmetterli a giusta elaborazione, a una intermediazione con un’interfaccia dapprima in carne e ossa e poi via via virtuale, che recepiva ciò che gli comunicavi e riusciva così ad evadere in minor tempo ogni richiesta.

Di contro hai avuto la facoltà di affidare l’erogazione delle tue utenze alle varie società nazionali o estere che di volta in volta apparivano nel panorama delle forniture con offerte più convenienti e termini di contratto sempre più user friendly.

E ti sei abituato all’idea del pagamento delle bollette senza preoccuparti più di file e commissioni di incasso, preferendo il rid e l’addebito sui tuoi conti personali.

Le nuove frontiere del mercato libero
La prerogativa creata dal crescente numero di aziende produttrici e fornitrici di luce e gas, ha fatto si che di pari passo la differenza nel servizio fosse rilevante in particolare sull’elemento primario che è il costo, e a tergo, tutta una serie di servizi collaterali di cui poter usufruire.

Ti sarà sufficiente rammentare le tempistiche di allaccio e avvio contrattuale di un tempo rispetto a quelle odierne per analizzare quanto sia vitale per le società essere sempre più al fianco dei propri clienti.

Come utente sei tutelato, puoi opporti in tempo reale al pagamento di somme non dovute e non hai neanche più l’obbligo di durata contrattuale previsto fino a qualche anno fa.

E’ una tappa importante poiché si traduce nell’ottica di un cambiamento a seconda delle tue esigenze e che pone l’accento sul risparmio.

Flessibilità delle tariffe e le prossime sfide

Ogni azienda è impegnata in costanti ricerche di mercato per offrire tariffe più convenienti che attirino nuovi utenti.

Le bollette sono più comprensibili e dettagliate, ma dovrai appurare i costi effettivi che sosterrai cambiando fornitore.

Proprio perché libero il mercato dell’energia segue fluttuazioni che spesso si traducono in trabocchetti per l’ignaro utente che a fronte di pari consumi trova differenze sostanziali in fattura.

Questo perché molte aziende collocano diversi segmenti di fornitura nelle loro offerte, per cui se una tariffa potrà essere conveniente per il titolare di partiva iva o in generale per l’azienda che ha consumi medio elevati, ciò non significa che ci sarà pari ritorno anche per il privato.

Ecco perché ultimamente si tende a parlare di energia digitale, come nuova frontiera del mercato.

Cosa vuol dire energia digitale
La digitalizzazione è ovunque, internet e la possibilità di interagire in real time con il tuo fornitore, e tutte quelle innovazioni che sono già a supporto per la gestione delle utenze.

Il flusso di dati ad esse relativi consente alle aziende di farti pagare per quello che effettivamente consumi, grazie alla recente introduzione di contatori digitali, che consentono alle stesse di monitorare usi ed esigenze sia sul singolo che sull’intera massa di utenze, per gestire al meglio produzione e fornitura.

Ed è proprio in questi ultimi due contesti che il digitale prende dimensione in un’ottica smart, ovvero nella visione totale e costantemente monitorata di tutti i processi che porteranno a soddisfare in maniera adeguata i tuoi reali fabbisogni.

La scelta del tuo fornitore
Se provi a ottenere dei preventivi online fra le varie offerte proposte, vedrai che ti verrà richiesto il consumo medio annuo e le fasce orarie in cui lo effettui, e non è per pura informazione, ma per orientarti verso le tariffe più convenienti in base alle tue effettive necessità.

Questo vale per l’energia elettrica e anche per il gas, dove l’unica differenza che troverai sarà non la fascia oraria di consumo ma come impieghi la materia prima, se per il solo uso dei fornelli o anche per quello sanitario.

Anche un’azienda deve avere un planning ben chiaro dell’utilizzo previsto di corrente elettrica e gas, poiché avendo dimensionamenti eccezionali o comunque interessata a diversi processi produttivi o attività, se ne trarrà ad esempio il picco di energia reattiva e gestione dei relativi contatori.

Tutto ciò premesso, a prescinder tu sia un privato o meno, ti darà facoltà tramite il costante aggiornamento software e hardware delle aziende fornitrici e alle interfacce intelligenti che ti verranno messe a disposizione per l’utilizzo tramite app o congegni domotici, di gestire in maniera ottimale le tue utenze ed avere sempre il pieno controllo della spesa, poiché risparmio energetico oltre a farti diventare green è il terzo fattore di sviluppo di un segmento che deve obbligatoriamente provvedere, per quanto gli compete, alla diminuzione degli impatti ambientali relativi alla produzione.

About the Author

Rispondi

*

captcha *